I canti di Natale, servono a creare quella dolce atmosfera di festa, ricordo che a casa mia, la sera, già un mese prima del Natale, si cominciavano a cantare le "lodi a Gesù Bambino", alcune ora sono in disuso, non le canta più nessuno, tanto che neppure una mia ricerca ricerca sul web, è riuscita a trovare almeno le parole, queste che ho riportato,  sono fra le più le classiche...

E' dolce ricordare quelle sere, quando appena finito di cenare, mentre mia madre lavava i piatti, intonava un canto, e a seguire, io, mio fratello e anche mio papà, che era un po' stonato, timido e riservato, si lasciava andare e si aggregava al canto..  Le prime sere, dopo un anno in cui quei canti venivano riposti nel cassetto dei ricordi, era un susseguirsi di "ti ricordi quella?.." "come faceva questa".. " qual'era la melodia di questa.." .. poi, mano a mano che le sere passavano le voci diventavano più sicure, le parole tornavano tutte alla mente, e il giorno di Natale, le cantavamo ormai sicuri... 

Il pomeriggio di Natale eravamo soliti riunirci in una casa delle mie zie, o a casa nostra, cmq tutta la famiglia al completo ..e allora il canto diventava un vero coro: chi faceva la il solista, a turno (era la parte più ambita) chi la prima voce, chi la seconda... era una vera festa! Credo che la mia passione di cantare nel coro, sia nata dal ricordo di quei momenti di assoluta felicità....

Sono passati gli anni, tante persone di quei momenti felici, non ci sono più, con la mia famiglia, questa tradizione del canto, è continuata, le mie figlie con la chitarra... altri canti, altre melodie.. ancora magiche... ma tutta un'altra cosa....

Altri titoli di cui non  ho trovato le parole:

Nell'alta notte

Venite, venite adoriamo

Oh, candida notte

 

Se qualcuno, passando di qui, ricordasse le parole, vorrei pregarlo di scriverle nel grande libro del Natale, in modo che non andassero perdute...  Grazie!

 

 

 

Bambinello bello bello



Dolce fiamma fuoco ardente
tu mi struggi lentamente
ma fa'presto vieni o Dio
d'abbracciarti ho un gran desio.
Gesu' mio,Gesu' mio
io con voce sospirosa
ma soave,amorosa
io sospiro il tuo Natal.
Bambinello bello bello
vieni vieni non tardar
Bambinello bello bello
io sospiro il tuo Natal
io sospiro,vagheggiarti
e tenerti stretto stretto
sovra il cuore,sovra il petto
e baciare il tuo visin

 

IN NOTTE PLACIDA

Sul mondo brilla già la stella di Gesù
Dall'alto dei Cieli scese l'amor
dei cuori sinceri il Redentor
Nell'aria è il palpito d'un grande mister
Del nuovo Israel è nato il Signor
Il fiore più bello dei nostri fior.
Cantate o Popoli Gloria all'Altissimo
l'anima aprite a speranze d'amor.
Sul mondo brilla già la stella di Gesù.

Se l'aria è gelida se buio è il ciel
Signore il mio cuore t'aspetterà
E tutto il suo amore ti darà.
Se il fieno è rigido se il vento è crudel
Un cuore che t'ama voglio a Te dar
E sulle mie braccia Gesù cullar.
Cantate o Popoli Gloria all'Altissimo
l'anima aprite a speranze d'amor.
Sul mondo brilla già la stella di Gesù.
 

QUANNO NASCETTE NINNO
(S. Alfonso Maria De Liguori)

Quanno nascette Ninno,
quanno nascette Ninno a Betlemme,
era notte e pareva miezojuorno.
Maje le stelle,
lustre e belle,
se vedèttero accussì.
E 'a cchiù lucente,
jette a chiammà li Magge a ll'Uriente.

Maje le stelle,
lustre e belle,
se vedèttero accussì.

Se vedèttero accussì.

De pressa se scetajeno,
de pressa se scetajeno ll'aucielle,
cantanno de na forma tutta nova.
Pe' nsi' 'agrille,
co' li strille,
e zompanno 'a ccà e 'a llà.
"E' nato. E' nato",
decévano, "lo Dio che nce ha criato".

 

 

 

FRA L'ORRIDO RIGOR

Fra l'orrido rigor di stagion cruda
Nascesti Dio signor nella capanna
Non fra genti ma fra giumenti
Fu il Betlemme il suo Natal amati il Dio
e questo fatto l'hai per amor mio.

Se allor vidi nel cuor la bianca neve
porto fra il bel candor nell'alma mia 
Se eran belle le pecorelle
Con anchio ti voglio dar la vita mia
Che d'esser te cognar canto che sia.
 

 

TU SCENDI DALLE STELLE

Tu scendi dalle stelle
O Re del Cielo
E vieni in una grotta
Al freddo al gelo
E vieni in una grotta
Al freddo al gelo.

O Bambino mio Divino
Io ti vedo qui a tremar, O Dio Beato
Ah, quanti ti costo l'avermi amato
Ah, quanti ti costo l'avermi amato.

A te che sei del mondo, il creatore
Mancano panni e fuoco, o mio Signore
Mancano panni e fuoco, o mio Signore.

Caro eletto, Pargoletto,
Quanto questa povertà, piu m'innamora
Giacche ti fece amor povero ancora
Giacche ti fece amor povero ancora.
 
 

VENITE FEDELI

Venite Fedeli, l'angelo ci invita, venite, venite a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo, venite adoriamo, venite adoriamo il Signore Gesù.
La luce del mondo brilla in una grotta; la fede di guida a Betlemme.
La notte risplende, tutto il mondo attende: seguiamo i pastori a Betlemme.
Il Figlio di Dio, Re dell'universo, si è fatto Bambino a Betlemme.
"Sia gloria nei cieli, pace sulla terra", un angelo annunzia a Betlemme.

 

           

 

    

queste pagine sono ottimizzate per essere viste con
INTERNET EXPLORER

SE TI PIACE QUESTA PAGINA, CONDIVIDILA e FALLA CONOSCERE AI TUOI AMICI

Bookmark and Share

 

home sito                          home Natale                         index Natale