buon natale qualcosadime - poesia antica -

 

 

 

                                                                        

 

 

In una notte tutta scura,
un vecchietto se ne andava
non aveva, no paura,
ma piangeva, ma tremava.
Era solo il vecchierello,
senza casa e focolar
ecco vide un focherello
da un camino sfavillar.
Vide intorno due bambine,
una mamma e una nonna,
un bel cane e due gattine
le dormivan sulla gonna.
Alla porta tutta chiusa
piano piano e gli bussō:
una bimba assai confusa
chi mai fosse domandō.
Il vecchietto, disse allora:
"Apri bimba in cortesia
fa ch'io goda almeno un'ora
nella casa dolce e pia.
Da vent'anni pių non poso
presso un caldo focolar,
da vent'anni pių non oso
il mio cuore riscaldar.
La fanciulla aprė la porta,
il vecchietto entrō un cucina:
una sedia gli fu porta
dalla provvida mammina;
si sedette il vecchierello
e le lacrime asciugava
lā, accanto al focherello,
tutto il cuor gli si scaldava.
Fu cosė che il vecchiarello
la sua storia raccontava:
con gli occhietti fissi intenti
ogni bimbo l'ascoltava,
a sua madre e ai ceppi ardenti
con amor si avvicinava.
"Anch'io avevo una mamma
lo lasciai per la fortuna,
ho lavorato
sotto il sole e con la luna.
Dopo tanto tempo
alla casa ritornai
ma la porta tutta chiusa
la mia mamma pių non trovai.
Era stata tanto tempo sulla porta ad aspettar
poi la misera era morta,
non vedendomi tornar".
La fanciulla disse allora:
"riscaldatevi cosė
tanto a noi non costa nulla!
Se vi piace state qui!
Avevamo un giorno il nonno
che era vecchio come voi
poi l'ha preso un grande sonno
e ha lasciato tutti noi.
Era sempre qui seduto,
vero mamma? Al focolar
ora voi siete venuto il suo posto a occupar".
Il vecchietto, alla fanciulla: "oh, bimba, sei gentil
come il sole dell'aurora
come un fiore dell'april.
Per quest'ora di dolcezza
ti do l'oro che ho trovato,
ti do tutta la ricchezza
per la gioia che mi ha dato.
Il vecchietto alla fanciulla
dič una borsa piena d'or:
quel cantuccio ch'era un nulla
ben valeva un gran tesor!

 

 

Questa č una poesia che ho sempre sentito a casa mia,
dalle mie zie, nel giorno di Natale...
č una poesia di una volta....
ma riempie il mio cuore di sensazioni bellissime,
di speranza, di fede...
di buoni sentimenti..

 

 

     home sito                                                home Natale                                      index Natale